Metamorfosi d’amore – Giuseppe Conte

Cristina Venedict (Romania), Starry Eyed, 2015

Cristina Venedict (Romania), Starry Eyed, 2015

Though they sink through the sea they
shall rise again;
Though lovers be lost love shall not¹. 
                                 Dylan Thomas, And death shall have
                                                                                       no dominion

Giuseppe era il mio nome di
cristiano, ora non ho più nome: sono
api e lucertole, pietre e mimose, il
mare: lei non mi potrà riconoscere.

Lei non mi potrà più dire: amore.
Potremo volare insieme all’alveare
del sole, vicini e sconosciuti, rovinare
in frane scoscese sulle spiagge

rocciose, essere due conchiglie nel silenzio

del fondale.

Giuseppe Conte

¹ «Per quanto anneghino in mare sorgeranno ancora; / Per quanto gli amanti si perdano, l’amore resterà.» (Trad. di Roberto Sanesi.)

da “L’Oceano e il Ragazzo”, Rizzoli Editore, 1983

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...