Prima che venga impedita – Antonio Porta

Jaromír Funke, Composition (Bottle shadows), 1927

Jaromír Funke, Composition (Bottle shadows), 1927

 

Ogni gesto è infinito
quando uno è solo in una stanza
rallentato quasi allo zero
anche solo stappare una bottiglia
osservare un bicchiere vuoto
alzarsi per nascondere l’orologio
(un suono spalanca il silenzio
dichiara il tempo abolito).

Se non fosse possibile dirlo più
e le dita si arrestassero vuote, sorde ai comandi
allora subito un veleno, un passaggio

certo, prima che una sola
parola mi venga impedita.

Antonio Porta

10.6.1983

da “Andate, mie parole”, in “Invasioni”, “Lo Specchio” Mondadori, 1984

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...